Oman, esperienze ed emozioni

Muscat

L’ultima esperienza di viaggio che ho vissuto è stata in Oman, una nazione in forte crescita economica e turistica. Grazie all’illuminato sultano Qaboos, che regna dal 1970 quando è subentrato a suo padre, ha saputo rinnovarsi totalmente. Sono state costruite strade, infrastrutture, ospedali, alberghi e si è anche puntato molto sull’istruzione e sulla cultura. Di seguito qualche indicazione su questo straordinario paese che presenta una grande varietà di attrattive, paesaggi e attività. Partendo dalla sua capitale, Muscat città molto estesa in superficie, con gli edifici che per legge non possono essere più alti dei minareti delle moschee. Si presenta moderna, estremamente pulita e vivibile. Ci sono diversi monumenti da vedere anche se un po’ dislocati fra di loro, come la modernissima Opera House (con l’illuminazione serale è un incanto!), la grande Moschea Qaboos (straordinaria per decorazioni, materiali e prospettive), la Moschea Zawawi e il Palazzo Al Alam con la pittoresca facciata con colonne blu e oro. Il museo Bait Al Zubai espone abiti, oggetti, monili, arredi e armi fornendo uno spaccato culturale e di vita tradizionale del paese arabo. Consigliatissima una passeggiata lungo la Corniche (lungomare) da cui poter ammirare gli yacht del sultano e in cui perdersi nel suk curiosando fra le varie bancarelle ed acquistando il tradizionale incenso. Si tratta di una resina estratta da una pianta che si trova nella regione del Dhofar, nel sud del paese. Posta sopra una collina si erge un’enorme incensiera bianca, simbolo della città che domina la baia.

Forti e villaggi di fango

Lasciando la città si possono scoprire molti altri siti interessanti, come ad esempio i vari forti, un tipo di costruzione ereditata dalla dominazione portoghese. Se ne trovano tanti, di varie forme e di varie grandezze come quello di Nizwa (con la sua torre che di diametro e di altezza misura circa 45 metri), Manah (il più alto dell’Oman), Jabreen (sicuramente uno dei meglio conservati, con diverse stanze decorate con soffitti in legno), Bahla (patrimonio Unesco dal 1987) e tanti altri.

Altra peculiarità sono i tradizionali villaggi con le case in fango, come: Birkat Al Mouz (sorge a ridosso delle montagne dominando uno splendido palmeto), Manah, Al Hamra (con splendidi scorci, ci si può arrivare attraversando il grande palmeto), Tanuf (danneggiato dai bombardamenti inglesi del 1959, ma rimane suggestivo specialmente con la luce del tramonto).

Sia nei forti che in questi villaggi caratteristici, si ritrova un’altra peculiarità dell’edilizia locale il Falaj. Si tratta di canali utilizzati per l’approvigionamento dell’acqua che partivano dalle sorgenti montane ed in maniera tentacolare distribuivano l’acqua a villaggi, palmeti e forti. Alle volte sono scoperti così da permettere anche di lavarsi, mentre altri sono sotterranei. Questo sistema, così di fondamentale importanza in un territorio che d’estate raggiunge temperature molto alte, è diventato patrimonio protetto dall’Unesco dal 2006.

Wadi

Dopo aver parlato tanto di monumenti e architettura è doveroso raccontare della natura e dei paesaggi dell’Oman. Le montagne e le catene montuose sono un elemento molto presente nel paese con cui gli omaniti hanno dovuto da sempre confrontarsi. Non sempre è risultato agevole basti tener conto che la vetta più alta supera di poco i 3000 metri. Percorrendo i vari itinerari si può godere di scenari incantevoli e mutevoli. Lungo la catena montuosa si possono trovare i Wadi, cioè dei tipici canyon in cui al loro interno scorrono dei corsi d’acqua che favoriscono la crescita della vegetazione e l’insediamento umano. Due splendidi esempi sono Wadi Bani Khalid (le sue pozze d’acqua, dove si può anche fare il bagno, regalano colori e contrasti straordinari!) e Wadi Tiwi, molto diverso, più largo (si può attraversare anche in fuoristrada), coltivato e abitato da diversi villaggi che regalano in mezzo alle montagne un paesaggio davvero suggestivo.

Un’altra meraviglia della natura è la singolare formazione geologica costituita da una profonda depressione del terreno colma d’acqua color smeraldo, chiamata Biman Sinkhole.

Deserto

Una delle esperienze più suggestive rimane sempre l’escursione in fuoristrada nel deserto, affrontando le dune in impervie salite e ripide discese… esperienza adrenalinica! È immancabile godere del tramonto sulle dune, regala sensazioni e una pace indescrivibili. Per i più romantici si può trascorrere la serata osservando il cielo stellato.

Mare

Un altro elemento naturale di grande importanza per il paese è il mare, infatti l’Oman ha circa 1700 km di costa. Pertanto sono da secoli abili navigatori e per farlo utilizzano le tipiche imbarcazioni in legno i Dhow, che ancora oggi vengono prodotte nella bella cittadina di Sur. In strategica posizione fra la laguna interna e il mare aperto e protetta da varie torri difensive, è famosa per la pesca ma soprattutto per i cantieri navali che si possono anche visitare. Ovviamente in mare si possono praticare molti sport diversi e fare anche immersioni ma consiglio a tutti un’escursione in barca dal porto di Muscat per spingersi in mare aperto così da poter ammirare i delfini. Vederli saltare fuori dall’acqua e avvicinarsi curiosi alla barca è davvero un’emozione unica!

Suk e musica

Oltre al già citato suk di Muscat, segnalo anche quello più tradizionale di Nizwa che propone artigianato locale con oggetti quali il Khanjar (il tipico pugnale omanita), le spezie, l’acqua di rose, l’incenso, oltre a un ampio reparto di ortofrutta dove spiccano tutte le varietà di datteri. Il suk di Sinaw è molto frequentato dai locali il giovedì, quando si tiene la compravendita degli animali quali ovini e dromedari.

E’ davvero un Paese da visitare! Permette di conoscere una cultura a noi distante e di effettuare tante esperienze diverse.

Per il tradizionale appuntamento musicale, cito un grande della musica elettronica contemporanea, scomparso quest’anno a Muscat, Avicii, con il suo brano “Hey Brother”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.